• /

Legge turismo Sicilia

Offerte da non perdere in Sicilia

2021 Hotel Tritone**** Lipari
Messina € 130,00
Residence I Faraglioni
Trapani
Hotel Centrale Spa in Sicilia, Vacanze Relax
Trapani € 89,00



TAORMINA (MESSINA) - «Fra non più tardi di quattro mesi la Sicilia avrà una nuova legge sul turismo». Lo ha detto l'assessore regionale Fabio Granata durante la cerimonia di insediamento del commissario ad acta, Agostino Porretto, al vertice dell'Azienda Soggiorno e Turismo di Taormina. Per Granata è stata l'occasione per tracciare le linee guida del ddl che è stato già definito e che si basa su un concetto base che è stato calato interamente nel primo comma del primo articolo del provvedimento: «Il turismo riveste un ruolo primario e strategico nei programmi politici ed economici della Sicilia».

Sul piano tecnico, la legge prevede la conferma delle attuali aziende provinciali per il turismo «ma - ha detto Granata - con un apparato ben più leggero e moderno», e 20 Uffici Territoriali dell'assessorato, «che prenderanno il posto delle attuali Aziende Soggiorno e Turismo». Granata ha anche illustrato la filosofia che sta alla base della legge. «Il nuovo corso del nostro turismo - ha detto - si baserà sulla comunicazione e sulla qualità. Dobbiamo essere capaci di cancellare un sistema che prevede la presenza di tre o quattro tour operator che riescono a condizionare il nostro mercato. Dobbiamo, invece, saper promuovere le nostre ricchezze, il nostro territorio».

Secondo l'assessore si tratta di mettere in evidenza «quello che abbiamo puntando su un nuovo slogan: non cerchiamo turisti ma viaggiatori». Per Granata la Sicilia si appresta a varare un «Sistema dinamico e moderno di produzione turistica che deve saper dare risposte ad un mercato nuovo che chiede i conoscere e di capire il territorio nel quale si muove». Il progetto di Granata è ancor più ambizioso. L'assessore si è spinto sino a rivendicare alla Sicilia, il ruolo di capo fila del sistema turistico del Mediterraneo. «In questo quadro - ha detto - Taormina si conferma al centro del sistema, punto di riferimento, capitale del turismo siciliano».

Durante l'incontro l'assessore ha lanciato una proposta: «Favorire il turismo interno con offerte che consentano ai siciliani di scoprire la Sicilia». «Per questo - ha detto - proporrò agli operatori di assicurare a quanti presentano una carta d'identità dalle quale risulti che sono residenti in Sicilia sconti del 30 per cento. Non è possibile - ha detto - che una vacanza alle Maldive costi meno di una a Taormina».

L'assessore ha parlato con forza della difesa del territorio e, a questo proposito, ha ritenuto non accettabili proposte come quella di installare nel ragusano 1200 pale per la produzione di energia eolica e di riproporre la politica petrolifera in Sicilia. «Dobbiamo puntare sui nostri giacimenti che sono in superficie, vale a dire i monumenti, i muri a secco, le masserie». E chiudendo su Taormina Arte, Granata ha detto: «Farò tutto il possibile per l'istituzione di una Fondazione»

Tags:





La tua opinione è importante lascia il tuo commento