Le migliori offerte per settembre in Sicilia, prenota adesso e risparmia

Voglia di estate in Sicilia al mare, la stagione turistica è cominciata

L' estate in Sicilia al mare è ciò a cui non si può rinunciare neanche in un momento di difficoltà come quello che stiamo attraversando, bisogna saper scegliere...


Ormai i turisti riescono a scegliere e a costruirsi la propria vacanza al mare senza il pericolo di aver brutto sorprese e con la certezza del risparmio.
Il mare sembra l'unica certezza a cui gli italiani non vogliono rinunciare durante l'estate, in particolare quello della Sicilia è il più ricercato.
Potremmo consigliare molti itinerari ed escursioni durante l'estate siciliana, oppure idee sui monumenti principali ma anche su luoghi insoliti in Sicilia, in particolar modo nelle province di Ragusa e Siracusa ma tutte le province siciliane sono da esplorare.
Quando si parla del mare siciliano dobbiamo necessariamente citare l'sola di Favignana
dominata dal Monte di S. Caterina, dove ogni anno a Maggio si ripete il rito antico della pesca del tonno, accoglie il visitatore con la regalità della Tonnara Florio, esempio imponente di archeologia industriale, ma anche con l'eleganza e la leggerezza tipica dello stile liberty del Palazzo Florio; lo affascina con la limpidezza del suo mare ricco di storia ove si combattè la battaglia navale delle Egadi nel 241 a.C. tra Romani e Cartaginesi; lo cattura con il silenzio delle sue cale: Cala Rossa, Cala Azzurra, Grotta Perciata, Cala rotonda; lo stupisce con i colori della sua campagna.

Infine nella Sicilia occidentale notiamo Erice in provincia di Trapani, sull'omonimo Monte Erice era anche il nome di un personaggio mitologico ucciso da Ercole.
La città tende comunque a conservare gelosamente il fascino di una cittadina medievale. A partite dal XVI secolo si svolge la rappresentazione del misteri in occasione del Venerdì Santo, emulando quella trapanese, in misura ridotta ma molto suggestiva. Sostituendo la rappresentazione scenica teatrale con statue in legno attorno all'800, i misteri vengono condotti a spalla, seguendo sempre il percorso originario. Nel 1934 Monte San Giuliano riprende il nome di "Erice".