L'Estate del 2018 in Sicilia si presenta ideale per i turisti amanti del benessere e del mare

Le vacanze per l'estate del 2018 in Sicilia sono ideali per coloro che cercano il benessere e il relax, ma soprattutto il mare siciliano

L'estate è il periodo più complesso per organizzare le vacanze, in particolare in Sicilia, sarebbe opportuno poter disporre delle ferie in periodi diversi da luglio e agosto.
In ogni caso gli operatori turistici sono pronti per l'estate del prossimo anno ad offrire ai milioni di visitatori della Sicilia un'accoglienza da non far dimenticare, sia in termini di servizi offerti sia per la capacità dei siciliani di far sentire come a casa il turista.
I consigli per le vacanze 2018 sulle più belle spiagge delle località siciliane, sulla bellezza del mare ed i servizi offerti in spiaggia e non, sui villaggi turistici, hotel in cui alloggiare, sui ristoranti e sui locali di svago diurni e notturni.

Non possiamo trascurare pur parlando di vacanze estive una visita nel parco dell’Etna, oggi un grande parco regionale, patrimonio di diversità biologica, un ambiente unico espressione dei contrasti di Sicilia, il fuoco della lava e la dolcezza delle verdissime vallate, il silenzio interrotto dal garrire dei falchi e dal brontolio del vulcano. Poco più in basso il fiume Alcantara con le sue gole, grande canyon spumeggiante, il castello di Bronte, il castello di Maniace del duca Nelson il vincitore sul mare di Napoleone.

Le meraviglie del paesaggio naturale, la mitezza del clima, la grande eterogeneità del manto vegetatico ed un buon sistema alberghiero e ristorativo, che sta imparando a svilupparsi vieppiù, rendono una vacanza estiva in Sicilia imperdibile.

Infine parliamo di uno dei luoghi più desiderati in Sicilia nel periodo estivo, stiamo parlando di Tindari, la quale è famosa per la spettacolare zona sabbiosa che si estende ai piedi del promontorio sul quale si trova il santuario della miracolosa Madonna Nera. Dal belvedere lo sguardo abbraccia un vasto panorama sul golfo di Patti fino a Capo Milazzo. Le correnti marine hanno modellato una lunga striscia di sabbia che racchiude tre laghi salati nei quali si può fare il bagno o avventurarsi in canoa.

Poco lontano dal santuario si trova la zona archeologica dell'antica Tyndaris, città fondata nel IV sec a.C. e distrutta circa 1200 anni dopo, prima da una frana e poi dai saraceni.