• /

Mega Parco Giochi Sicilia

Offerte da non perdere in Sicilia

AGRITURISMO GIGLIOTTO last minute
Enna € 40,00
2021 Hotel Tritone**** Lipari
Messina € 130,00
Visita Etna 2021 Agriturismo Case Perrotta
Catania € 70,00



L’apertura del maxicantiere per il parco giochi tematico destinato a sorgere a Regalbuto, in provincia di Enna, è attesa entro il 2005. Si tratta dell’ambizioso progetto per la realizzazione attorno al lago Pozzillo di un megaparco giochi di 326 ettari, con alberghi, un campo da golf e diverse attrazioni. La nuova struttura potrebbe essere inaugurata nel 2008, per una spesa complessiva di 831 milioni di euro, dei quali l’80% finanziato privatamente, ed il resto da stanziamenti pubblici.
Il Parco di Regalbuto, noto come “Parco tematico 2005”, ospiterà 3 alberghi per 5.400 posti letto, un campo di golf da 90 ettari, un parcheggio per 3.500 posti auto e 400 pullman, e 70 attrazioni.
Molto spazio (65% dell’area) sarà destinato al verde attrezzato e al recupero ambientale intorno al lago Pozzillo. Al fine di proteggere i 207 ettari di verde dagli incendi e dalle fitopatologie, il parco sarà attrezzato con sistemi di monitoraggio e tutela del patrimonio forestale.

Il laboratorio di ricerche e sviluppo effettuerà, inoltre, controlli ciclici per la prevenzione dall’inquinamento.
Il progetto – si legge sul sito dedicato all’ambizioso progetto - rispetta a pieno le esigenze di uno sviluppo eco-compatibile. Le attrazioni e le ambientazioni tematiche, per le quali i progettisti hanno scelto materiali e rivestimenti naturali, assicurano il rispetto delle bellezze paesaggistiche e naturali, che costituiranno la principale attrazione del complesso.
A realizzare la Gardaland del sud sarà la cordata svizzero-spagnola guidata da Viamat - multinazionale elvetica con 22 filiali nel mondo operativa nei settori trasporti, sicurezza e logistica – e dalla famiglia degli imprenditori Oieri, attiva nel settore del turismo e delle operazioni immobiliari. Della cordata fanno parte anche Atlantica Invest, Regal, Confida e Laini.

Due anni fa è stata sottoscritta l’intesa tra la Regione e la Spa, mentre la scorsa estate il presidente della Regione Siciliana Cuffaro ha riconosciuto ufficialmente la conformità del progetto. Si attende ora il sì definitivo da parte del ministero delle Attività produttive, per poi procedere con gli accordi quadro con Stato e Regione.
Cuffaro ha definito il parco “il più grande d’Europa”, nonché svolta epocale per il turismo siciliano e per la rinascita economica della provincia di Enna.
“Il tema del parco, che è la storia della Sicilia attraverso le sue varie dominazioni - spiega Cuffaro - ha una finalità indiretta ma altrettanto preziosa: quella di riconsegnare ai visitatori l’immagine di un’ isola il cui patrimonio naturale e culturale non risiede solo sulle coste, ma anche nell’entroterra”.

Tags:





La tua opinione è importante lascia il tuo commento