Le migliori offerte per settembre in Sicilia, prenota adesso e risparmia

Vacanze in Sicilia orientale, Messina un viaggio nella natura e nei borghi

Suggerire cosa visitare nella Sicilia orientale è un compito difficile, con le sue innumerevoli spiagge, parchi, vulcani, riserve e borghi. Dunque, se avete tempo a sufficienza, godetevi quanto più possibile, altrimenti il suggerimento è quello di leggere tutto l’articolo e non perdere i luoghi consigliati.

Un viaggio dentro la Natura, Gole dell’Alcantara cosa sapere


La più grande area protetta della Sicilia si estende tra le province di Messina, Catania ed Enna: il Parco dei Nebrodi tra boschi secolari, laghetti naturali ed una vegetazione incontaminata di macchia mediterranea. Al suo interno ricadono le meravigliose Gole dell’Alcantara: nate dall’eruzione del cratere Mojo, che riversò la sua lava nella vallata, e dalla costante azione dell’acqua, che ne levigò le pareti della gola, creando quel gioco di colori tra il nero della roccia e l’azzurro del fiume. Come si possono visitare le Gole dell’alcantara?, in diversi modi: a piedi percorrendone i sentieri, praticando il body rafting o il canyoning.
Negli angoli più suggestivi della zona troviamo la Cascata del Catafurco, nel comune di Galati Mamertino: una cascata naturale formata dalla discesa delle acque del torrente San Basilio alla cui base si è creata una piscina chiamata Marmitta dei Giganti.

Un percorso tra storia, leggende e borghi, Tindari e Savoca tra le bellezze da non perdere


A Tindari luogo imperdibile di Sicilia sorge uno dei santuari Mariani più famosi della Sicilia. Costruito nel ‘900 al suo interno è venerata una statua lignea della Madonna Nera, risalente al periodo delle crociate. Secondo alcuni racconti si pensa che a lasciarla lì fu una nave che, per alleggerirsi dal carico dopo una tempesta, la abbandonò sulla spiaggia; a quest’ultima, conosciuta come “mare secco” o Laghetti di Marinello, sono legate diverse leggende. Una di queste narra che il mare si ritirò creando delle insenature nella baia sabbiosa per salvare una bambina caduta dalla terrazza del santuario.
Arroccato su una montagna sorge Savoca, borgo nominato “paese dalle sette facce”, perché da qualsiasi parte si volge lo sguardo si riesce ad osservare scenari diversi tra loro. Questo borgo è importante anche per una cripta che custodisce al suo interno le salme imbalsamate di alcuni nobili risalenti al XIX secolo, e per essere stato scelto come set, nel 1972 da Coppola, per il film “Il Padrino”, un borgo incantato da vivere con la famiglia per un viaggio in Sicilia orientale in completo relax.

Montalbano Elicona, un viaggio tra sacralità e magia


Ai piedi di un castello, tra i suggestivi borghi medievali della Sicilia, sorge Montalbano Elicona, nominato borgo più bello D’Italia nel cui territorio si trovano degli enormi megaliti. Antropologi e archeologi non riescono ancora a spiegarne completamente le loro funzioni, ma si suppone che qui venivano celebrati riti di fecondità ricchi di valori simbolici, o che fossero luoghi di osservazione degli astri e dei cicli delle stagioni. Per chi ama scoprire le radice della cultura, in questo caso siciliana, questo è il classico luogo che ti appagherà in cui troverai la bellezza del tempo perduto.