Le isole Pelagie: Lampedusa, Linosa e Lampione

A sud della Sicilia troviamo l'arcipelago delle isole Pelagie: Lampedusa, Linosa e l'isolotto di Lampione (disabitato) poste nel Canale di Sicilia più vicine all'Africa che all'Italia e poste più a sud dell'isola di Malta. Un'escursione in queste isole è consigliata a tutti i turisti amanti del mare e delle spiagge della Sicilia.

Lampedusa


Lampedusa è la più grande delle tre isole componenti l'arcipelago delle isole Pelagie. Un tempo ricca di vegetazione, questa scomparve per un selvaggio disboscamento che rese Lampedusa una landa desolata a causa dei venti che, non più ostacolati dalla vegetazione, asportarono il vitale humus. Restarono alcuni ortaggi, rare vigne, piante di capperi, lenticchie e tanti fichi d'India. L'isola gode di un clima caldo tutto l'anno, temperato dai venti che soffiano costantemente.

Non perdere di visitare la spiaggia dell'Isola dei Conigli, il punto più suggestivo di Lampedusa. Un tempo popolata di conigli è stata dichiarata riserva naturale. Tra aprile e maggio vi arrivano le tartarughe marine che, sotto la sua sabbia finissima, nelle notti di plenilunio, vi seppelliscono le uova.

Linosa


Linosa, l'antica Algusa, ha seguito parzialmente le sorti della vicina Lampedusa a cui amministrativamente appartiene. È costituita da due coni vulcanici spenti che non raggiungono i 200 metri.

Lampione


L'isolotto di Lampione è uno scoglio segnalato da un faro mentre l'unica presenza di vita è costituita dai vari uccelli che qui trovano un punto d'approdo durante le loro migrazioni.

Vacanze 2017 in Sicilia, offerte imperdibile per l'estate nel mare più suggestivo del mediterraneo