Agrigento: la Valle dei templi e il tempio della concordia

Agrigento è apprezzata dai turisti che, oltre al mare della Sicilia, sono interessati alla storia dell'isola. La Valle dei templi e il Tempio della Concordia fanno dell'area una meta rinomata in tutto il mondo per l'archeologia.

Agrigento, l'antica Akragas, fu fondata nei pressi del mare, tra i due fiumi Jpsas e Akragas, nel 582 a.C. da un gruppo di greci provenienti da Gela. Fu patria di artisti ed uomini insigni tra cui primeggiò il filosofo Empedocle. Al 480 a. C. risale gran parte dei Templi che arricchirono a tal punto la città che Pindaro la definì la più bella fra quelle abitate dai mortali.

La Valle dei templi di Agrigento


La Valle dei templi, un suggestivo complesso di edifici sacri in stile dorico di inestimabile valore archeologico e artistico. La maestosità del Tempio di Giove Olimpico, le proporzioni perfette del Tempio della Concordia e l’imponenza del Tempio di Giunone, che si staglia solitario su un poggio, lasciano nel visitatore un ricordo indimenticabile. I vari dominatori che si sono succeduti, dai romani agli arabi, dai normanni ai borboni, hanno lasciato segni tangibili visibili in ogni parte della città.

Nel mese di febbraio i mandorli in fiore danno alla Valle dei Templi un particolare fascino di incomparabile bellezza e proprio in questo mese si svolge la famosa Sagra del Mandorlo in Fiore. Da non perdere i festeggiamenti in onore di San Gerlando.

Vacanze 2017 in Sicilia, offerte imperdibile per l'estate nel mare più suggestivo del mediterraneo