Viaggio al centro della Sicilia, l'itinerario dei castelli

Un viaggio al centro della Sicilia deve includere Enna, Calascibetta, Morgantina, Villa del Casale, luoghi ricchi di siti e di reperti archeologici che disegnano un itinerario di grande interesse culturale ed artistico. Enna, Sperlinga, Agira, Valguarnera, Piazza Armerina, Pietraperzia sono borghi muniti di poderose castelli che offrono un itinerario storico molto suggestivo.

Itinerario dei Castelli in Sicilia


Ed è proprio l’itinerario dei Castelli, che proponiamo, questa volta, ai nostri amici e gentili ospiti. Il Castello di Lombardia, a Enna, il cui nucleo originario sorse come fortezza già in periodo pre-greco. La struttura medievale risale ad epoca normanna, ed il nome è legato ad una guarnigione lombarda che vi risiedeva.

All’interno del Castello vi sono vari cortili: il Piazzale delle Armi, oggi sede di un grande teatro all’aperto; il Piazzale delle Vettovaglie; e il Piazzale di S. Martino, dove si trova la Torre Pisana, unica delle 20 torri del Castello rimasta integra.

Proseguendo verso nord, dopo Leonforte, seguendo sulla sinistra la Statale 117, si incontra il caratteristico Castello di Sperlinga, a strapiombo su una bellissima vallata. Tutto l’impianto architettonico è di tipica fattura medievale, ma l’origine del Castello deve essere più antica, almeno nella parte rupestre, scavata direttamente nella roccia.

Dopo Sperlinga, tornando sui nostri passi, lungo la Statale 121, un altro Castello degno di essere visitato è quello di Agira. I ruderi del vecchio Castello si trovano nella parte alta della città, da dove si gode uno splendido panorama verso la piana di Catania. Risalente al periodo arabo, fu ricostruito in epoca normanna.

A sud-est di Enna, si può ammirare il Castello di Gresti o di Pietratagliata, vicino a Valguarnera, che risale al periodo medievale. Il Castello si trova a ridosso di uno sperone di roccia, sul punto più alto e al termine di una lunga cresta rocciosa, che taglia in due le ampie dune che modellano il caratteristico paesaggio lunare.

Poco lontano, a Piazza Armerina, si può visitare il Castello Aragonese del XV secolo, che è ancora integro nelle sue strutture originarie. Poco lontano dalla città, nella Villa romana del Casale, sono visibili i meravigliosi mosaici della Villa, che rappresentano scene marine, di caccia, di pesca, delle quattro stagioni, delle ragazze in bikini, delle fatiche di Ercole e tante altre scene di eccellente fattura: una delle più importanti scoperte archeologiche della Sicilia Romana.

Nel sud-ovest della provincia, a Pietraperzia, spiccano i resti dell’antico Castello, già esistente nel 1154, da cui è possibile ammirare un magnifico panorama. Sulla rupe si trovano numerose camere sepolcrali dell’epoca preellenica, e nel pittoresco borgo, chiese e monumenti di gran pregio., luoghi ricchi di siti e di reperti archeologici che disegnano un itinerario di grande interesse culturale ed artistico. Enna, Sperlinga, Agira, Valguarnera, Piazza Armerina, Pietraperzia sono borghi muniti di poderose castelli che offrono un itinerario storico molto suggestivo.

Itinerario dei Castelli in Sicilia


Ed è proprio l’itinerario dei Castelli, che proponiamo, questa volta, ai nostri amici e gentili ospiti. Il Castello di Lombardia, a Enna, il cui nucleo originario sorse come fortezza già in periodo pre-greco. La struttura medievale risale ad epoca normanna, ed il nome è legato ad una guarnigione lombarda che vi risiedeva.

All’interno del Castello vi sono vari cortili: il Piazzale delle Armi, oggi sede di un grande teatro all’aperto; il Piazzale delle Vettovaglie; e il Piazzale di S. Martino, dove si trova la Torre Pisana, unica delle 20 torri del Castello rimasta integra.

Proseguendo verso nord, dopo Leonforte, seguendo sulla sinistra la Statale 117, si incontra il caratteristico Castello di Sperlinga, a strapiombo su una bellissima vallata. Tutto l’impianto architettonico è di tipica fattura medievale, ma l’origine del Castello deve essere più antica, almeno nella parte rupestre, scavata direttamente nella roccia.

Dopo Sperlinga, tornando sui nostri passi, lungo la Statale 121, un altro Castello degno di essere visitato è quello di Agira. I ruderi del vecchio Castello si trovano nella parte alta della città, da dove si gode uno splendido panorama verso la piana di Catania. Risalente al periodo arabo, fu ricostruito in epoca normanna.

A sud-est di Enna, si può ammirare il Castello di Gresti o di Pietratagliata, vicino a Valguarnera, che risale al periodo medievale. Il Castello si trova a ridosso di uno sperone di roccia, sul punto più alto e al termine di una lunga cresta rocciosa, che taglia in due le ampie dune che modellano il caratteristico paesaggio lunare.

Poco lontano, a Piazza Armerina, si può visitare il Castello Aragonese del XV secolo, che è ancora integro nelle sue strutture originarie. Poco lontano dalla città, nella Villa romana del Casale, sono visibili i meravigliosi mosaici della Villa, che rappresentano scene marine, di caccia, di pesca, delle quattro stagioni, delle ragazze in bikini, delle fatiche di Ercole e tante altre scene di eccellente fattura: una delle più importanti scoperte archeologiche della Sicilia Romana.

Nel sud-ovest della provincia, a Pietraperzia, spiccano i resti dell’antico Castello, già esistente nel 1154, da cui è possibile ammirare un magnifico panorama. Sulla rupe si trovano numerose camere sepolcrali dell’epoca preellenica, e nel pittoresco borgo, chiese e monumenti di gran pregio.

Vacanze 2017 in Sicilia, offerte imperdibile per l'estate nel mare più suggestivo del mediterraneo